Maserati Ghibli conquista Roma

Naviga : EVENTI / MASERATI
Autore : Lucia Nardelli






Dopo il debutto al salone di Shanghai, la Maserati Ghibli è sbarcata anche Roma.
Raffinata, accattivante , con un look sportivo, la Ghibli è pronta a conquistare  una nuova fetta di mercato proponendosi per la prima volta in una versione  diesel .
Competitiva anche nel prezzo ,finalmente chi ha sempre desiderato una Maserati , ora potrà averla.
La nuovissima Ghibli è destinata ad aprire una nuova frontiera per Maserati.
 
Il design della Ghibli enfatizza le sue caratteristiche di guida più dinamiche e, pur mantenendo evidenti legami con la più grande Quattroporte, esprime una personalità dall´aspetto più aggressivo.
La silhouette della carrozzeria riflette lo stile da coupé della berlina quattro porte, mentre la calandra e i fari della Ghibli sono caratterizzati da linee sinuose. La calandra trae ispirazione dall´attuale GranTurismo e rimanda alla classica A6 GCS degli anni ´50.
Viene mantenuto anche il montante posteriore distintivo di Maserati, uno dei principali elementi a cui la vettura deve il suo aspetto da coupé, che reca il classico logo della Saetta Maserati, perpetuando una tradizione risalente al 1963.

Il profilo laterale è dominato dalla nervatura che si sviluppa dalle tradizionali prese Maserati dietro alle ruote anteriori per terminare dietro ai proiettori posteriori.
All´interno la Ghibli si distingue nettamente dalla Quattroporte. Lo specifico design del suo cruscotto infatti soddisfa perfettamente il desiderio dei clienti di vivere un´esperienza più sportiva e più giovane senza per questo dover minimamente rinunciare al lusso che ci si attende da una Maserati. La Ghibli coniuga inoltre il design sportivo con la tipica spaziosità di una berlina executive.
La Ghibli è realizzata secondo una filosofia più sportiva rispetto alla più grande Quattroporte. Sarà disponibile con due motori V6 a benzina sovralimentati da 3,0 litri, cambio automatico a otto rapporti, trazione posteriore o nuovo sistema di trazione integrale Q4.

Il più potente dei V6 sarà il propulsore Twin Turbo della Ghibli S, che eroga 301 kW (410 CV) di potenza a 5.500 giri/min e 550 Nm di coppia a partire da soli 1.750 giri/min. Questo motore è montato sia sulla Ghibli S a trazione posteriore sia sulla Ghibli S Q4 a trazione integrale.

La Ghibli S Q4 a trazione integrale raggiungerà i 100 km/h in soli 4,8 secondi, mentre la versione a trazione posteriore richiede appena 0,2 secondi in più. Per la Ghibli S viene indicata una velocità massima di 285 km/h, che la rende appena 1 km/h più veloce rispetto alla Ghibli S Q4.
Pur erogando un´impressionante potenza di 243 kW (330 CV) e 500 Nm di coppia, il secondo motore a benzina V6 da 3,0 litri sovralimentato disponibile per la Ghibli fa registrare consumi di soli 9,6 litri/100 km. È comunque ben di più di un´auto parsimoniosa nei consumi, infatti è in grado di accelerare a 100 km/h in appena 5,6 secondi.
Entrambi i motori con i loro turbocompressori paralleli sono stati sviluppati da Maserati Powertrain in collaborazione con Ferrari Powertrain e saranno costruiti da Ferrari a Maranello.

Condividendo molta della tecnologia del V8 da 3,8 litri della Quattroporte, i motori V6 si avvalgono di iniezione diretta della benzina (200 bar di pressione), due turbocompressori paralleli a bassa inerzia e quattro variatori di fase continui degli alberi a camme.
Questa tecnologia fa sì che la Ghibli S V6, limitata a 6.500 giri/min, eroghi comunque il 90 percento della sua coppia a partire da meno di 1.500 giri/min.

La Ghibli diventerà inoltre la prima Maserati di serie nella storia ad essere equipaggiata con un motore diesel: vale a dire il turbodiesel V6 da 3,0 litri. Il V6 sovralimentato da 3,0 litri sviluppa 202 kW (275 CV) di potenza e una coppia schiacciante di 600 Nm, che assicurano un´accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 6,3 secondi. I suoi consumi NEDC non raggiungono i 6,0 litri per 100 km (meno di 160g/Km di CO2). Ad essa si affiancherà inoltre, per il mercato italiano, una versione con potenza massima di 250 CV.